Pensionati italiani in fuga: come si vive in Albania

388
0

Molti pensionati italiani hanno deciso di trasferirsi in Albania, attratti dalla fiscalità più vantaggiosa e dal costo della vita più basso

La rubrica settimanale della Rai ‘EstOvest’ è tornata ad occuparsi di Albania. Nello specifico trattando la tematica dei pensionati italiani emigrati dall’altra parte dell’Adriatico, attratti dalla fiscalità più vantaggiosa e dal costo della vita più basso.

I vantaggi dell’Albania

A più di 60 anni questi emigrati hanno deciso di trasferirsi in Albania perché con una pensione che oscilla tra i 600 e 1100 euro al mese in Italia si fa fatica a pagare l’affitto, le utenze domestiche e le spese sanitarie.

Secondo stime approssimative, i pensionati italiani che hanno intrapreso questa strada sono circa 200 (anche se non esistono censimenti ufficiali).

Come Carmine, pensionato italiano che ha dovuto pagare una multa salata al fisco per una svista nella documentazione delle sua attività e, soprattutto per questo, da tre anni vive a Durazzo con la moglie. In Albania, come lui stesso sostiene, con una pensione da 1000 euro al mese possono vivere benissimo due persone. Il costo della vita, infatti, mediamente si aggira intorno ai 300-350€ al mese.

Inoltre, tutti i pensionati emigrati come lui, possono richiedere la defiscalizzazione in Italia all’INPS per poi pagare le tasse nello stato di residenza. Tutto ciò diventa un incentivo maggiore per partire e lasciare l’Italia, poichè in Albania le pensioni non sono soggette ad imposte.

Servizio video sui pensionati in Albania